I due nuovi siti web di letteratura ed arte di Rai Educational

Salve care amiche e cari amici!

Vi segnalo due nuovi bellissimi portali multimediali realizzati da Rai Educational, in collaborazione con Rai Teche, dedicati rispettivamente all'arte (www.arte.rai.it) ed alla letteratura (www.letteratura.rai.it). Si tratta di siti web che esplorano e ricostruiscono la tradizione artistica, letteraria e culturale del passato e che, al tempo stesso, intendono contribuire ad arricchire e a costruire quella presente, attraverso una formula interessante, che coniuga insieme risorse multimediali nuove, prodotte per la rete, e materiali presenti all'interno delle ricchissime Teche Rai. Sono stati realizzati per una fruizione "social" da parte degli utenti, ovvero per essere commentati, condivisi, valutati, approfonditi in maniera critica. Per questo, oltre ad essere siti ad alto contenuto e valore informativo, aspirano ad essere strumenti per l'approfondimento, l'analisi e il dibattito.

Per quanto riguarda il portale dedicato all'arte, vi si potranno trovare varie sezioni e pagine dedicate alle biografie, ai ritratti ed agli autoritratti degli artisti o alle loro opere artistiche, così come pagine che si occupano delle tendenze culturali e delle mostre del momento, con commenti da parte di critici ed esperti e con il corredo degli inestimabili documenti audiovisivi delle Teche Rai. In modo simile all'altro, anche il portale sulla letteratura renderà disponibili al pubblico i ritratti, le biografie o le autobiografie degli scrittori, con spiegazioni e racconti da parte dei più autorevoli studiosi e critici letterari. Entrambi i portali, inoltre, presenteranno al proprio interno anche una video-enciclopedia in continuo aggiornamento, dedicata all'attualità ed alle voci dei protagonisti dei nostri giorni, con forte attenzione alle novità ed alle voci più interessanti ed innovative del panorama culturale odierno.

Ho appena cominciato a navigarli questi due siti-portali, ma credo che non smetterò più!:)

Una buona serata a tutti voi,

Elena.

Nessun commento:

Posta un commento