Una lezione di punteggiatura...

"Renato Fucini, il brioso scrittore toscano noto con lo pseudonimo di Neri Tanfucio, esercitando le sue funzioni d'ispettore scolastico, visitava, una volta, una scuola di campagna. Esaminò attentamente, a uno a uno, tutti i quaderni degli alunni. Infine, fece al maestro questa sola osservazione:

– Raccomando di curare un pochino di più la punteggiatura.
– Oh – rispose il maestro – la punteggiatura... È una faccenda di poco conto!

– Di poco conto? – esclamò risentito il Fucini. – E, preso un pezzetto di gesso, scrisse alla lavagna queste parole: «Il maestro dice: l'ispettore è un asino».



Il maestro incominciava a protestare, ma il Fucini lo interruppe e gli raccomandò di avere pazienza. Poi prese ancora il gesso e scrisse sotto alla prima frase: «Il maestro, dice l'ispettore, è un asino».

La lezione non poteva essere più efficace.

G. Latronico."

Tratto da Ugo Masetti, Espressione e ritmo. Stilistica, metrica, letteratura, casa editrice D'Anna, Messina - Firenze, 1966, pag. 26.


1 commento:

  1. Io conduco una battaglia a tutto campo a favore del punto e virgola :-)

    RispondiElimina